La Serie B: comprendere e scommettere sul secondo campionato di calcio italiano

Il campionato di Serie B è anche soprannominato “il campionato degli italiani”, per via dell’enorme numero di regioni che vi partecipano, portando nella serie cadetta quasi tutte le regioni italiane.

Rappresenta la seconda espressione del calcio italiano per club e è anche definito “purgatorio” poichè è il campionato che svezza le squadre prima dell’accesso al “paradiso” della Serie A, più nobile, più blasonata e più ricca. La formula della Serie B attuale prevede ben 20 squadre, anche se in più di un’occasione si sono superate le 20 squadre, arrivando anche a 24 in occasione della stagione 2003-2004.

scommesse serie b league

Diciamo innanzitutto che il campionato di Serie B è fra i più estenuanti d’Europa per la presenza di playoff e playout, che spesso prolungano la stagione fino a giugno inoltrato. La formula dei playoff prevede che partecipino alla selezione per approdare in Serie A dalla seconda classificata all’ottava, ma, nel caso in cui i punti di distacco fra la terza e la quarta classificata siano più di dieci, allora accade che le prime tre vengano promosse direttamente in A.

Questo dato è molto importante da sapere, perchè le ultime partite del campionato di Serie B potrebbero essere per così dire “falsate” da poche motivazioni delle squadre.

Per ciò che concerne i playout, cioè il mini torneo per non retrocedere, questo funziona in questo modo: le formazioni che ricoprono la 20 esima, la 19 esima e la 18 esima posizione retrocedono direttamente, mentre la 16 esima e la 17 esima si scontrano per decidere l’ultima retrocessa. Ma, se sedicesima e diciassettesima dovessero essere divise da cinque o più punti, il playout non verrà disputato e la squadra alla posizione 17 retrocederebbe direttamente.

Come scommettere sulla Serie B

Se il campionato di Serie A è equilibrato, il campionato di Serie B è a dir poco spettacolare e spesso è accaduto che la prima in classifica prenda il largo facendo il vuoto dietro di sè. Una caratteristica peculiare del campionato di Serie B è che molto di frequente, quando una squadra è in forma, inanella diversi risultati positivi consecutivi, scalando posizioni e posizioni di classifica.

scommesse italy-serie-B

Quindi, il primo consiglio sarebbe quello di “notare” squadre che iniziano a essere particolarmente brillanti e puntare su risultati positivi: pareggio in trasferta e vittoria in casa.

Al contrario, invece, molto spesso accade che la “depressione tecnica” si impossessi delle squadre facendole cadere in un baratro di risultati dai quali è molto difficile uscire.

Anche in quel caso, è importante individuare il momento del calo di forma, poiché, come si è capito, la Serie B è un campionato molto umorale, meno tecnico e di qualità rispetto al campionato di Serie A e quindi più soggetto a variazioni legate all’entusiasmo. Altro … Leggi di più

Giocate Live: come scommettere sulla Serie A

Partiamo col dire che non esistono formule magiche e come in tutti i giochi, la vittoria è frutto di una moltitudine di cose, fra cui, ahimè, c’è anche la dea fortuna, ma non soltanto. Per cominciare diciamo che la giocata live è un modo di approcciare alle scommesse che piace sempre di più in Italia e che fa sentire lo scommettitore davvero un protagonista dell’evento in corso.

Il primo consiglio in assoluto che ci sentiamo di dare è di non giocare o puntare su live della propria squadra del cuore, certo per molti potrebbe essere visto un motivo in più per seguire la partita, ma riteniamo, invece, che si possa perdere “lucidità” giacché quando si tratta del proprio club c’è di mezzo il tifo e potremmo farci prendere dall’entusiasmo del goal del pareggio e rimanere delusi. Un elemento molto importante è quello di leggere le formazioni, certo, direte voi, banale, ma noi vi consigliamo di leggere soprattutto le panchine, perché è proprio dalle sostituzioni che potrebbe arrivare la sorpresa della partita.

Scommesse Live Serie A

Immaginiamo ora di prendere ad esempio una gara di Serie A, molto spesso i match nel massimo campionato italiano sono equilibrati, salvo particolari eccezioni dovute a momenti di forma eccezionali di una squadra o di un calciatore o cali di concentrazione dell’avversario. Ecco, il primo consiglio, oltre ai primi due citati nel primo paragrafo è quello di cercare di aspettare l’ultimo quarto d’ora della partita, dove, come dice Daniele Adani, comincia la seconda partita, quella decisiva.

Ecco ad esempio, una partita scorre sull’1-1, la rivalità fra le due squadre è molto accesa, possiamo aspettarci una sorpresa nel finale di partita dall’una o dall’altra parte. Invece, immaginiamo una partita di fine campionato fra due squadre salve, il risultato è lo stesso, siamo sull’1-1, c’è ugualmente grande rivalità fra le tifoserie, ma per “cultura sportiva”, in Italia, le due formazioni baderanno bene il 90% delle volte dal farsi del male e segnare un goal nell’ultimo quarto d’ora.

Questi elementi e molto altro vanno presi in considerazione quando si effettua una scommessa Live, come ad esempio, la tendenza di particolari squadre a farsi rimontare o rimontare. Il caso dell’Inter di Conte quest’anno è palese, sia in Serie A, che in Champions, la squadra nerazzurra è stata raggiunta per ben tre volte consecutive per un pareggio finale in campionato contro Atalanta, Lecce e Cagliari e addirittura si è fatta rimontare dallo 0-2 al 3-2 in Germania contro il Borussia Dortmund. Un caso? Non proprio!

L’altro elemento importante è la scelta del bookmaker, non tanto per le quote, che sono altrettanto importanti, ma sul mero funzionamento del sito, molto spesso capita infatti che le giocate Live su alcuni siti … Leggi di più

La Serie A TIM: comprendere e scommettere sul massimo campionato tricolore

La Serie A è la massima espressione del calcio italiano per club, attualmente vi partecipano 20 squadre, ma ha avuto anche versioni a 18, 16 e, molto più raramente a 22 squadre. Il torneo è organizzato e gestito dalla Lega Nazionale Professionisti Serie A e dalla FIGC, sigla che sta per Federazione Italiana Giuoco Calcio. Il campionato si svolge con cadenza annuale e prevede un unico girono all’italiana, dove ogni squadra affronta tutte le avversarie due volte nel corso del torneo, una volta sul proprio campo “in casa” e una volta sul campo avversario “in trasferta”.

serie a

Detto ciò è giunto il momento di entrare nel merito della questione e di rispondere ad una serie di questioni importanti per capire come muoversi al meglio nell’affascinante mondo delle scommesse sulla Serie A. La premessa fra le più importanti è che il massimo campionato di calcio italiano vede l’egemonia principalmente di tre squadre, come Juventus con 35 titoli, Milan e Inter con 18 e dietro, staccatissimo, il Genoa con 9, ma la squadra del capoluogo ligure ha vinto il suo nono scudetto nel campionato 1923-1924.

L’altra premessa è che però quest’egemonia di vittorie, si tramuta in un grande equilibrio negli scontri sia diretti fra le squadre più forti, sia negli scontri cosiddetti “testacoda”, che vedono cioè scontrarsi una squadra molto forte a una squadra più debole.

Ciò nonostante nel corso degli anni sia aumentato il divario tecnico ed economico tra i top team ed i club considerati minori, ogni partita rappresenta una piccola battaglia e ciò può sorprendere lo scommettitore se non conosce il campionato e si affida soltanto alle quote. Il primo consiglio è dunque quello di non basarsi prettamente sui numeri, nulla di più sbagliato la Serie A.

Il fattore casa e i principali risultati possibili

Lo scommettitore che intende divertirsi con la Serie A dovrà considerare le rivalità storiche che ci sono fra le squadre, ma anche le motivazioni di singoli giocatori e di allenatori. Sarebbe impossibile pensare che la partita Rangers Glasgow-Celtic sia una partita normale nel campionato scozzese, oppure non considerare che Juventus-Fiorentina sia una partita dai toni accesissimi.

Altro fattore da considerare, dicevamo, è il fattore campo, quindi “casa” e “fuori casa”. Il fattore casa incide per tre motivi. Il primo è il supporto passionale e sfegatato di alcune tifoserie come quelle di Napoli, Roma, Lazio, Genoa, Sampdoria, Atalanta e Verona, autentiche trascinatrici e come si dice in Italia “dodicesimo” uomo in campo, spesso capaci anche di infastidire e influenzare l’arbitro.

Il secondo fattore, invece, va ricercato nella difficoltà in alcuni giocatori o squadre di esprimersi al di fuori delle “mura” amiche. Il terzo fattore è culturale, ma anche tattico, che “obbliga” quasi moralmente la squadra in … Leggi di più

Lega Pro: comprendere e scommettere sulla terza serie del calcio tricolore

La Lega Pro è, per graduatoria, il terzo campionato italiano, ultimo del livello professionistico. Dal 2017 è stato denominato nuovamente Serie C, come era stato da sempre storicamente definito, anche se per motivi mediatici mantiene ancora il nome di Lega Pro. A differenza di Serie A e Serie B, che vedono un girone unico, la Lega Pro viene suddivisa in tre gironi. Precisamente la suddivisione avviene in Girone A, Girone B e Girone C. La divisione è territoriale, per motivi organizzativi e di spostamenti, essendo coinvolte più di 60 squadre. La formula prevede, quindi, tre gironi all’italiana con playoff e playout, le promosse parteciperanno al campionato di Serie B l’anno seguente, mentre le retrocesse al campionato di Serie D.

Italia Nazionale Team scommesse

Come scommettere sulla Lega Pro

Il campionato di Serie C o Lega Pro è in assoluto forse il più divertente, è lungo, estenuante e spesso è motivo di spunto per intravedere nuovi campioni calcare i campi di gioco. C’è da dire che innanzitutto qui il fattore “casa” e fuori casa è fondamentale. Essendo un campionato suddiviso territorialmente, vien da sé che ci sono diversi derby nel corso di uno stesso torneo. Basti pensare, ad esempio che nel Girone C, quello che vede impegnate le squadre del Sud, solo per citare le squadre calabresi presenti, ne troviamo ben quattro nella stagione 2019/2020, facile pensare che questi scontri non saranno mai “facili” e che lo scommettitore dovrà necessariamente tenerne conto al momento della giocata.

Anche qui ci sono playoff e playout, altro dato che lo scommettitore deve conoscere. In Serie B vengono promosse direttamente le prime classificate di ogni girone, per un totale, quindi di tre, successivamente si attiveranno i playoff per decidere la quarta squadra. Il playoff è giocato dalle squadre che si sono piazzate dal secondo al decimo posto di ogni girone, ne scaturisce una gran bagarre, con scontri incredibilmente incandescenti ed è qui dove bisogna fare molta attenzione.

Non esistono statistiche che tengano durante i playoff, inoltre, si scontrano squadre di gironi diversi, che non si sono mai incontrate prima e solo un enorme fiuto e un’analisi sullo stato di forma, infortuni e squalificati, può aiutare a piazzare una scommessa vincente. Per ciò che concerne le retrocessioni, l’ultima di ogni girone retrocede in Serie D direttamente e poi si disputano i playout fra quartultima, terzultima e penultima, anche questo è un dato importante da conoscere, molto spesso nel finale di campionato le squadre in fondo alla classifica potrebbero battere compagini molto più forti, perché queste ultime non hanno più motivazioni.

Per aiutarci con dei numeri, che come per le categorie maggiori aiutano, ma non sono esaustivi, andiamo a vedere con quale incidenza quali risultati si sono manifestati nel campionato di … Leggi di più